italian english french
090911201116151.jpg
Genesi del Progetto
 
La mia collaborazione con "Gente" nasce dalla mancata pubblicazione del libro che ho scritto per tutto il 2010, su richiesta di Sonzogno, mai andato in stampa per  ritardi della direzione editoriale. Si tratta di "Yogoroscopo 2001", costruito sul mio omonimo blog. Essendomi arrivata la notizia che il progetto era stato annullato quando ne avevo già annunciata e promessa l'uscita a allievi e interessati, molti si sono dispiaciuti e mi hanno consigliato di cercare di pubblicarlo in forma ridotta in una rivista. Ho inviato una scheda di questo mio lavoro a diverse testate e "Gente" ha deciso di pubblicarlo nel numero del 3 Gennaio 2011, con il nome di "Yoga e Zodiaco". Solo l'idea del progetto iniziale è stata riutilizzabile. Ho riscritto il testo per adattarlo alle esigenze del target dei lettori di questo settimanale, più interessati all'aspetto salutistico che non a quello yogico.

Testo, Revisione e Firma

Qui lo trovate nella sua versione "revisionata". Le persone che hanno firmato l'articolo si sono limitate a aggiungere titoli "accattivanti" come "stomaco birichino", "cuore ballerino" e "raffreddore nell'aria" nell'intento di "alleggerire il testo", ma eliminando così informazioni necessarie per eseguire la pratica, e sostituitendo termini tecnici calibrati con "orrori" Yogici. Scrivere "Come la Dea Kali" riguardo a Garudasana, rivela il fatto che i "revisori" non hanno nemmeno letto quello che stavano titolando. Stenderei anche un velo pietoso su "la mossa del Triangolo" ovvero Trikonasana, se la mia faccia e il mio corpo non comparissero sulla stessa pagine. Si vede che "Posizione" e "Asana" secondo i due professionisti erano termini ripetuti troppe volte e hanno sentito la necessità di variare con sinonimi. La chicca più succulenta rimane però "l'alimento d'oro" dell'Ariete. Nel mio testo originale era: " e una mela al giorno... si sa.." Si sa cosa? Che "leva il medico di torno". Lo avrebbe capito chiunque tranne i revisori, visto che l'hanno trasformato in: "E una mela al giorno, che non si sa mai!". Per questo loro intervento si sono sentiti in diritto di firmare loro l'articolo, citandomi come fossi stata giusto "l'ispiratrice" di questa operazione. Il motivo, quando ho chiesto spiegazioni, è stato che "non sono iscritta all'albo dei pubblicisti" e che quindi il mio nome non può comparire fra quello degli autori. La cosa risulta strana davvero, visto il numero di articoli da me firmati sullo "Yoga Journal".

Esperienza molto Positiva con la Redazione

A quest'ultimo proposito, comunque la redazione di Gente, si è poi scusata, dimostrando una correttezza fuori dai comune. Ringrazio il direttore Monica Mosca e il suo vice Mario Cinelli, che hanno dato spazio con rara intelligenza e sensibilità al mio lavoro. L'elaborazione grafica di Lucia Rinolfi è ottima e molto bravi e disponibili sono stati anche il fotografo Andrea Pavesi e Serena d'Anzeo.   
090902201140331.jpg
090902201140332.jpg
090902201140333.jpg
090902201142211.jpg
090902201142212.jpg
090902201142213.jpg
090902201155001.jpg
090902201155002.jpg
090902201155003.jpg
090902201156291.jpg
090902201156292.jpg
090902201156293.jpg